Federcaccia - Federazione Italiana della caccia - Sezione di Caserta

Le notizie di Federcaccia Caserta

27 Set

ORDIGNI BELLICI NEI COMUNI DI GIANO VETUSTO E ROCCHETTA E CROCE: INTERDETTA L’ ATTIVITA’ VENATORIA, LA RACCOLTA DI FUNGHI E TARTUFI.

A seguito di Decreto Provinciale nr. 223 del 27 settembre 2019, e vista la nota protocollo nr.0085200 della Prefettura di Caserta nella quale si informava di una esplosione nelle aree in oggetto di un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale e alla possibile presenza di ulteriori ordigni, è stata intedetta l’ attività venatoria, la raccolta di funghi e di tartufi nell’ area riportata nella mappa a fondo articolo. Sono state sospese le battute di caccia al cinghiale concesse con nota nr. 566947 del 24 settembre 2019, nello specifico le autorizzazioni relative alla Zona 17 – “Monte Razzano – Monte Ragozzano – Valle Cuppella ricadente nei comuni di Giano Vetusto, Rocchetta e Croce e  Formicola fino a nuova disposizione

Ecco il Decreto in forma completa:

IL DIRIGENTE PREMESSO che

 la Legge regionale 9 novembre 2015 n.14 recante “Disposizioni sul riordino delle funzioni amministrative non fondamentali delle province in attuazione della Legge 7 aprile 2014 n.56 e della Legge 23 dicembre 2014 n.190” ha disposto il riordino delle funzioni amministrative esercitate dalle Province quali enti di area vasta e dalla Città Metropolitana di Napoli ed ha modificato l’assetto delineato con la L.R. n.26/2012 imperniato sulla delega – ex art.8 – alle amministrazioni provinciali delle funzioni amministrative in “materia di caccia, raccolta funghi e tartufi”, riallocando le funzioni in questione alla Regioni (art.3, commma1, lett.a);

 tutte le competenze in materia di Caccia, Funghi e Tarfufi, sono transitate dall’Amministrazione Provinciale di Caserta alla U.O.D. 12 – Servizio Territoriale Provinciale di Caserta;

VISTA

 la nota della Prefettura di Caserta prot. n.0085200 del 06/09/2019 acquisita al prot. n.0576466 del 27/09/2019 nella quale si informava dell’esplosione, nella aree in oggetto, di un ordigno bellico risalente al secondo conflitto mondiale e della possibilità dell’esistenza di ulteriori ordigni e rischi nella porzione di territorio collinare interessato con necessità di porre in essere interventi di bonifica di carattere tecnico;

 la nota dei Carabinieri Forestale, Stazione di Calvi Risorta, prot. n.630 del 02/09/2019 nella quale si sollecita l’adozione di provvedimenti finalizzati all’interdizione, nelle aree a rischio indicate nella mappa ivi allegata, dell’attività venatoria, della raccolta funghi e tartufi, attività che possono interessare punti del rilievo collinare non ancora bonificati;

PRESO ATTO che

 il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, nella riunione del 04/09/2019, ha espresso collegialmente parere favorevole all’interdizione delle attività di cui sopra nelle aree a rischio, come da mappa che si allega e che costituisce parte integrante del presente decreto;

RITENUTO che

 è necessario disporre l’interdizione dell’attività venatoria, della raccolta funghi e tartufi nell’area collinare Valle Cuppella e Razzano, ricadente nei comuni di Giano Vetusto e Rocchetta e Croce;

 è, altresì, necessario sospendere, relativamente alle battute di caccia al cinghiale concesse con nota prot. n.566947 del 24/09/2019, le autorizzazioni relative alla Zona 17 “Monte Razzano, Monte Ragozzano – Valle Cuppella” ricadente nei comuni di Giano Vetusto – Rocchetta e Croce – Formicola;

DECRETA

per quanto espresso in premessa, che qui si intende integralmente riportato ed approvato:

1. per le motivazioni indicate in narrativa, al fine di tutelare la pubblica e privata incolumità, di interdire l’attività venatoria, la raccolta funghi e tartufi nell’area collinare Valle Cuppella e Razzano, ricadente nei Comuni di Giano Vetusto e Rocchetta e Croce, come da mappa che costituisce parte integrante del presente provvedimento, fino al compimento di tutte le operazioni per la bonifica delle suddette aree e successivi provvedimenti delle competenti autorità;

2. sospendere, relativamente alle battute di caccia al cinghiale concesse con nota prot. n.566947 del 24/09/2019, le autorizzazioni relative alla Zona 17 “Monte Razzano, Monte Ragozzano-Valle Cuppella” ricadente nei comuni di Giano Vetusto – Rocchetta e Croce – Formicola, fino a nuova disposizione;

3. di pubblicare il presente decreto dirigenziale sul sito www.campaniacaccia.it;

4. di trasmettere il presente decreto alla Prefettura di Caserta e al Comando Provinciale Carabinieri Forestale di Caserta. Il presente provvedimento verrà pubblicato nella Sezione “Casa di Vetro ” ai sensi dell’art. 5 della L.R. n.23 del 28/07/2017;

Il presente provvedimento è inviato per quanto di competenza:

alla Direzione Generale Politiche Agricole e Forestali;

alle Associazioni di Categoria;

alla UDCP Segreteria di Giunta Ufficio III Affari Generali Archiviazione decreti dirigenziali.

F. PAOLO DE FELICE

 

Il Decreto scaricabile in formato PDF:

http://www.federcacciacaserta.it/wp-content/uploads/2019/09/decreto-n.-223-del-27-09-2019.pdf

Area da interdire

Leave a Reply